IAIA

impara. a parlare sui social

Impara a parlare sui social!

E ti dirò di più, nel corso della mia vita ho avuto la fortuna di interagire con molti validissimi professionisti e posso assicurarti che in genere le persone più insicure nell’esporsi online, sono proprio quelle più preparate. 

Il motivo è presto detto.

Più ne sai di una particolare materia, più ne conosci la complessità e la vastità, più  sarai estremamente consapevole anche dei tuoi limiti e delle tue lacune. 

Inoltre, se padroneggi l’argomento con dimestichezza, è normale che molti dei concetti che potresti condividere ti sembrino banali: è il tuo livello di preparazione da pro, che ti sta sabotando!

Nell’episodio di oggi ti do quattro consigli per trovare finalmente il coraggio di parlare online, e amplificare la tua passione o il tuo business. 

  1. TU NON SEI IL TUO PUBBLICO

Sembra banale, ma non lo è affatto! Il tuo metro di giudizio non è quello delle persone che ti ascoltano e sicuramente non lo è il livello di cultura su quella specifica materia.

Questo non significa che tu debba prendere in giro le persone, con una scarsa preparazione. 

Dò per scontato che tu sia un professionista etico e aggiornato. 

Intendo semplicemente dire che le persone che potrebbero avvalersi dei tuoi servizi o dei tuoi prodotti usano sicuramente un metro di giudizio molto molto meno severo del tuo.
Ti faccio un esempio:

Se sto guardando un video in cui una pasticcera realizza una meravigliosa torta decorata, sarà molto difficile che io noti che la spiegazione della preparazione della glassa non è accurata come dovrebbe esserlo.

Probabilmente sarà già molto complicato evitare che mi si bruci nel pentolino, quindi qualche consiglio basic e applicabile, per me sarà più che sufficiente, proprio perché non sono una pasticciera.

2) NEANCHE UN MATRIMONIO E’ PER SEMPRE. FIGURIAMOCI UN VIDEO SU INSTAGRAM.

In quel video proprio non ti piaci? Non è riuscito come speravi? Non è piaciuto?

Pazienza amico mio, la prossima volta andrà meglio!

Il web corre a velocità supersonica. 

I contenuti rimangono visibili per poche ore ed un attimo dopo le persone li hanno già dimenticati, perché distratti da altre persone come te intente a richiamare la loro attenzione.

Se questo di norma non è il massimo, se stai cercando di attrarre clienti, sicuramente diventa un grosso vantaggio quando commetti un errore. 

Durerà poco.

Le persone lo dimenticheranno.

Ed anche tu!

3) GIRA QUELLA FOTOCAMERA!

So che pensi che tutti noi, noti sui Social, usiamo il telefonino in questo modo ma, ti assicuro, non è sempre così.

Soprattutto se sei alle prime armi è normale che vedendoti riflesso mentre parli, tu ti senta in grande imbarazzo.

Potresti vederti strano, addirittura deforme

(brutte notizie, le fotocamere dei telefonini distorcono davvero l’immagine!) 

La bella notizia è che la nostra percezione di noi stessi è molto peggiore di quella che hanno gli altri:

Tendiamo di norma a vederci più brutti, goffi e ridicoli.

Ma non è così che la pensa chi ti guarda.

E c’è un solo modo per sapere davvero cosa ne pensano le persone dei contenuti che pubblichi: pubblicarli!

Quindi gira quella fotocamera e non concentrarti troppo su come ti vedi,  ma impegnati a fornire contenuti che i tuoi utenti possano trovare utili.

Rispondi alle loro domande. Semplifica loro la vita. Risolvi loro qualche problema.

E vedrai… Ti adoreranno!

Man mano diventerà sempre più semplice perché si diventa abili nella narrazione online, con la pratica, provando e riprovando.

Con fiducia, passione, un pizzico di ironia e molte papere.

Spero che questo video ti sia stato utile!

Se sì, condividilo e dimmi cosa ne pensi qui sotto.

Poi iscriverti alla  mia newsletter e ricevere tanti spunti interessanti che ti aiuteranno a migliorare nella vita e nel business.

Nella sezione IAIAtv troverai ogni settimana nuovi video ed è proprio lì che ti aiuto a diventare la persona che vuoi e a costruire la vita e il business dei tuoi sogni!

1 commento su “Impara a parlare sui social!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *